Purtroppo, non è oro tutto ciò che luccica. C’è un motivo se il cachemire è sempre stato considerato un materiale di lusso. Per creare il maglione che hai visto in vetrina e ti sta così comodo ora che l’hai indossato, è necessaria una quantità di fibra prodotta da ben quattro capre. Una sola ne produce solo 100 grammi. Il cachemire vergine è il materiale con il più alto impatto ambientale. Cento volte di più rispetto alla lana.

La produzione di lana di cachemire ha effettivamente un impatto significativo sull’ambiente, in particolare nelle regioni della Mongolia e della Cina, che sono i maggiori produttori mondiali di cachemire.

L’aumento della domanda di cachemire ha portato a un aumento significativo del numero di capre allevate per la loro lana. Questo ha diversi effetti ambientali. Per cominciare, le capre sono note per il loro pascolo intensivo. A differenza di altre specie, come le pecore, che strappano l’erba con i denti, le capre strappano le piante direttamente dalle radici, prevenendo la rigenerazione. Di conseguenza, le ampie aree di pascolo si stanno trasformando in terreni desertici sterili, un processo noto come desertificazione.

Inoltre, le capre producono più gas a effetto serra rispetto ad altri animali da lana, come le pecore. Questo contribuisce all’aumento dei livelli globali di gas serra e al cambiamento climatico.

L’industria del cachemire ha anche un impatto sulla fauna locale. L’aumento del numero di capre può portare a una maggiore competizione per le risorse con altre specie, spingendo queste ultime verso l’estinzione. Un esempio è il leopardo delle nevi, una specie minacciata che vive nelle stesse regioni in cui vengono allevate le capre da cachemire. La competizione per il cibo e lo spazio con le capre è uno dei fattori che mette a rischio questa specie.

Riconoscendo questi problemi, alcune aziende e organizzazioni stanno cercando di promuovere pratiche di produzione di cachemire più sostenibili. Ad esempio, ci sono sforzi per incoraggiare l’allevamento sostenibile delle capre e la gestione responsabile dei pascoli.

Inoltre, ed è l’argomento di questo sito web, il riciclo del cachemire è un’altra strategia che sicuramente aiuta a ridurre la pressione sulla produzione di nuova lana.

Sei un privato e vuoi acquistare i nostri maglioni in Cashmere Riciclato Ecosostenibile Made in Italy? Clicca qui.

Sei un negozio o un rivenditore e vuoi vedere la nostra collezione? Clicca qui

This post is also available in: English

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: